Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2015-09-27
Domenica, 27 Settembre 2015

XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Introduzione del sacerdote
Affidiamo la nostra preghiera al nostro Dio, grande nell’amore.
O Signore Gesù, ti ringraziamo perché ci accogli e ci vuoi bene. Dona anche a noi la grazia accogliere chi ci appare diverso e lontano, affinché la tua Chiesa cresca con tutti i suoi figli,
1. Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Sostieni o Signore, la testimonianza e la parola di Papa Francesco negli Stati Uniti e all’Incontro Mondiale delle Famiglie, per la libertà e la pace di tutti gli uomini,
2. Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Per quanti vivono nella corruzione della disonestà e dell’impurità. Ti affidiamo o Signore quanti cercano una patria e una casa: dona al nostro mondo carità e misericordia,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Perché la famiglia, la scuola, la parrocchia possano far crescere i figli nella verità e nella fortezza; converti o Signore chi scandalizza anche uno solo di questi piccoli,
4. Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante:
Accogli e purifica la nostra preghiera o Signore, per condurci a fare la tua santa volontà. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen Spunto della domenica
Il bene che qualunque dei nostri fratelli può fare, merita di esser riconosciuto e valorizzato… Lo impariamo da Gesù. Egli aggiunge la speranza che sia possibile anche un legame di fraternità (‘…non parlerà male di me’). Il male e lo scandalo non vanno guardati con ingenuità come se non fossero niente. Quando li riscontriamo in noi stessi, vanno giudicati e tagliati con decisione, perché non facciano ancor più male a noi e agli altri. Nella nostra società indifferente e qualunquista, che sbandiera il male su tutte le piazze e se ne compiace, e poi grida allo scandalo quando uno sbaglia, è una bella lezione. Chiediamo la vera felicità che viene dal fare il bene alle persone ‘come a Gesù’.


Indietro

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - Comunità parrocchiale della Cattedrale - Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia - www.cattedralechioggia.it