Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2016-01-15
COS’E’ LA FAMIGLIA OGGI?
In margine all'incontro di Giovedì 14 gennaio in parrocchia.

In questi giorni mi è capitato spesso di pensare a cosa sia e cosa rappresenti la famiglia al giorno d’oggi, anche alla luce dei recenti fatti, dove giovani madri sono morte assieme ai propri figli e pensando alla riforma della famiglia, che tanta importanza riveste per i nostri politici.
Famiglia d’origine: un padre, una madre, fratelli e sorelle, nonni; zii e cugini, una famiglia propria: marito/moglie, figli oppure una famiglia allargata, dove ci sono papà, mamma, patrigni e matrigne, fratelli e fratellastri, nonni e i nonni dei fratelli, dove ci sono due mamme e due papà. Qual è oggi la famiglia?
Famiglia, mettere al mondo dei figli, educarli, farli crescere, amarli e seguirli, per poi lasciarli liberi di vivere la propria vita.. Liberi, ma sempre seguiti con amore, condividendone le scelte anche a volte non ritenendole giuste, ma sempre uniti. Significa morire per quei figli, nel darli alla luce, nel volerli ad ogni costo oppure significa morire nel tentativo di far morire quel figlio? È giusto definire madre chi liberamente intende uccidere un figlio? Quanta sofferenza, quanta tristezza dietro a quella decisione o quanta leggerezza? Quando un figlio è proprio un figlio e non solo una cosa capitata per sbaglio. Si può definire sbaglio un figlio?
Famiglia è anche non avere la fortuna di avere figli naturali, ma amare i propri nipoti, i figli degli amici come figli propri.
Famiglia è un figlio che viene da lontano. È l’attesa di vederlo arrivare. È la gioia di sentirsi chiamare da lui mamma e papà per la prima volta. È la gioia di trovare in lui, cosi diverso da mamma e papà, una somiglianza che solo l’amore fa vedere.
Ma la famiglia sono anche gli anziani, i nostri genitori, i nostri nonni, troppe volte lasciati soli, soli davanti alla Tv, soli nelle case di riposo, soli negli ospedali, soli con badanti che non comprendono il dialetto, soli davanti a slot machine, soli quando avrebbero ancora tanto da dare, tanto da raccontare, tanto da trasmettere ai giovani.
Ed anche i giovani sono famiglia. Ma li vedi a locali, a bere, a parlare di macchine, di donne e ragazzi, a cercare sempre nuove emozioni e nuove esperienze, a non comprendere il significato della parola aspettare, al volere tutto e subito, tutto e troppo velocemente. Famiglia è volersi bene senza chiedere, è litigare perché la minestra è troppo salata o perché la maglietta è stirata mala, per poi far subito pace. È stare assieme, è cercare i propri spazi senza invadere quelli degli altri, camminando assieme, senza calpestarsi.
Per chi è solo la famiglia sono gli amici, la Parrocchia, i compagni di sport. Famiglia è amore e l’amore viene da Dio.
GIUSY DE BEI


Indietro

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - Comunità parrocchiale della Cattedrale - Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia - www.cattedralechioggia.it