Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2012-09-20
Cattedrale: vetrate e tetto rimessi a nuovo
La cattedrale imbrigliata, intrigata, imbragata. Che cosa succede? Dalla settimana dopo Pasqua vastissime e altissime impalcature hanno cominciato ad avvolgere la Cattedrale di Chioggia in tutte le pareti esterne e progressivamente anche interne, prima nella navata sinistra e poi nella destra e in seguito in quella centrale e nel presbiterio. Una ad una le vetrate della Cattedrale vengono smontate e provvisoriamente sostituite con protezioni in plexiglas; e quindi vengono portate in laboratorio presso gli stabilimenti della Ditta Poli di Verona. I vetrini tondi – detti ‘rulli’-  vengono tolti ad uno ad uno dalla montatura, ripuliti, sostituiti in caso di deficit, rimontati con una nuova tessitura di piombo e risistemati sull’antico telaio ripassato e ripulito. Inoltre viene aggiunto un vetro di protezione interna che garantisce ulteriormente la tenuta e la protezione della vetrata. Già le tre vetrate della navata sinistra sono state risanate e ricollocate e brillano di nuova lucentezza. Il lavoro, deciso e paziente, proseguirà fino ad autunno inoltrato. Nel frattempo, approfittando delle impalcature, si provvederà alla pulitura interna di tutta la parte superiore degli altari e delle zone alte della Cattedrale. Non si ha memoria né documentazione di un lavoro generale di ‘ripasso’ delle vetrate della Cattedrale; si ricordano soltanto interventi parziali o ritocchi di piccola entità. L’urgenza del lavoro, in programma da tempo, è stata determinata dalla precarietà delle vetrate, alcune delle quali risultavano sconnesse nella intelaiatura e cominciavano a perdere i vetrini; il vento fortissimo che ha imperversato nello scorso inverno vanificava in certi giorni l’effetto del riscaldamento in Cattedrale e faceva temere il pericolo di caduta di qualche anta di vetrata. Questo è il lavoro numero uno. Il lavoro numero due consisterà nel ripasso generale del tetto. Il risultato sarà la sicurezza e la luminosità della Cattedrale, e ne beneficerà anche il nuovo impianto di riscaldamento, del quale abbiamo già sperimentato gli effetti positivi. Si tratta certamente di una grande impresa, resa ora possibile da una opportuna combinazione economica che vede concorrere un intervento dall’8 per mille, gli oneri di urbanizzazione secondaria derivanti dal Comune di Chioggia, il contributo della diocesi e quello della parrocchia. Nella difficile congiuntura che sta attraversando l’Italia e che appesantisce anche le nostre famiglie questo grande lavoro è un richiamo alla speranza e una sollecitazione alla condivisione. Siamo stupefatti a vedere la grandezza e bellezza della nostra cattedrale, costruita in modo magnifico dai nostri padri quasi quattro secoli fa. A noi tocca custodire e mantenere un patrimonio prezioso e valoroso, rendendolo vivo con la fede e con la carità.

Indietro

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - Comunità parrocchiale della Cattedrale - Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia - www.cattedralechioggia.it