Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2017-04-23
II Domenica di Pasqua o della Divina Misericordia - 23 aprile 2017
Introduzione del celebrante
Guardando le piaghe gloriose del Signore risorto, invochiamo insieme la sua Misericordia
 
1.    Signore Gesù, scenda sul mondo e su tutti noi la tua misericordia e porti riconciliazione e pace alle nazioni e al cuore di ogni uomo. Ti affidiamo il viaggio del Papa in Egitto,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE
 
2.    Signore Gesù, aumenta la nostra fede; donaci la grazia di vedere e toccare come Tommaso i segni della tua presenza tra noi, fidandoci di coloro che ti testimoniano risorto,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE
 
3.    O Signore Ti affidiamo le vittime degli attentati. Converti il cuore dei chi semina terrore, violenza e morte. Dona speranza a quanti attraversano momenti di crisi e difficoltà, specialmente a causa della mancanza di lavoro
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE
 
4.    Per tutte le nostre comunità: donaci o Signore di essere perseveranti nell’insegnamento degli apostoli e nella comunione, nello spezzare il pane e nelle preghiere, come i primi cristiani,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE
 
Conclusione del celebrante
Gesù misericordioso, rivolgi il tuo sguardo al nostro mondo e a noi tuoi discepoli, e salvaci. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
 
Spunto della domenica
La liturgia pasquale richiama la misericordia (“A chi perdonerete i peccati…”) e alla testimonianza (“Come il Padre ha mandato me così io mando voi…”).  Questa testimonianza può raggiungere tutti gli uomini, anche i dubbiosi e gli increduli come Tommaso. La fede è un modo ragionevole di conoscere; come in tante cose della vita, il primo passo è affidarsi alla testimonianza di persone credibili. A questo primo passo segue l’esperienza personale. Pietro nella seconda lettura scrive che anche dalle prove nasce la gioia, nell’esperienza della fede in comunione con i fratelli, come descrive la prima lettura.


Indietro

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - Comunità parrocchiale della Cattedrale - Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia - www.cattedralechioggia.it