Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2017-12-31
QUANDO NASCE UN BAMBINO

Tutto comincia con un bambino. Appena nato o quasi, un bambino subito ti guarda con quegli occhi sbigottiti che scovano il mondo, decisi a scoprirlo in una avventura senza fine. Che cosa nasce quando nasce un bambino? Con un bambino rinasce il mondo, rinasce la donna che, da ragazzina scontrosa e vivace, diventa finalmente mamma attenta a un destino e a un compito; rinasce il giovane sbarazzino, consapevole della responsabilità paterna che lo costruisce. Si rinnova il piccolo mondo tutt'intorno, fatto di zie e cugini e soprattutto di nonne e nonni. L'umanità rinasce dalle radici e si protende verso il cielo. Anche di fronte alle tante miserie e cattiverie del mondo, non è possibile sbarazzarsi della grazia che viene a piovere sul terreno arido dell'umanità attraverso un bambino.
E c'è di più. Nei giorni del Natale percepiamo e sperimentiamo che tutto è cominciato e ancora comincia dal Bambino di Betlemme. Accade all'interno della grande cattedrale avvolta dall'ondata della musica di orchestra e coro, con voci e strumenti addestrati da secoli. Lo vedi e lo senti poi tra le navate percorse dalla fede dell'assemblea liturgica, con la parola annunciata e il canto che sale dalla tradizione e costruisce l'unità di presente e passato, di giovani e vecchi. Un bambino per noi è nato, un figlio ci è stato donato. Dalla nuova semente germoglia ancora l'umanità.
Diventa possibile che un malato ringrazi della malattia che gli fa percepire l'intensità della salvezza venuta dal Natale. Si rinnova l'unità della famiglia e degli amici, in un vincolo sottratto al ricatto dell’altalena dei sentimenti e saldato sull'esperienza della fede condivisa. Riprende la voglia di vivere, che non resta inceppata negli ingranaggi di una economia stentata, e non si ferma delusa nei ghirigori della burocrazia; sorprende tutti la voglia di studiare del bambino, che preferisce i giorni di scuola, quando impara e sta con gli amici, piuttosto che il vuoto dei giorni di vacanza. Tutto nasce da un bambino, da quel Bambino.
Ci incamminiamo incontro a lui come le statuine del presepio che vanno verso la capanna, andiamo dietro alla stella della speranza che non procede a caso, ma si ferma sopra una casa con una madre e un bambino. Veniamo ripresi dal nostro vagare sperduti, ciascuno con i propri pensieri e le proprie tentazioni solitarie. Camminiamo con amici e testimoni, con familiari e maestri, gente a cui guardare e con cui sostenere l'anima e le braccia. Ogni bambino che nasce – quel ‘Bambino’! – ci rimette in piedi e ci sospinge a camminare fino alla svolta del prossimo Natale.


Indietro
Scarica la Cattedrale Chioggia App

Comunità parrocchiale della Cattedrale
Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - www.cattedralechioggia.it