Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2018-01-11
Giovedì 11 gennaio 2018 – Sant’Alessandro di Fermo, vescovo dal 246 e il 250 (?)

Vangelo secondo Marco 1,40-45
In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito, la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

GUARISCE PER SALVARE
La potenza di salvezza che promana da Gesù, subito trabocca. Gesù non indugia davanti al lebbroso, ma tende la mano e lo tocca. Nonostante l’invito a tacere, il lebbroso proclama il fatto e tutti corrono da Gesù. Perché Gesù si sottrae all’invasione della folla? Egli non è un guaritore. Egli è il Salvatore. Compie il miracolo delle ‘piccole’ guarigioni fisiche per aprire la via al Regno di Dio, all’amore del Padre, alla felicità piena. Gesù ci introduce al compimento del nostro destino.


Indietro

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - Comunità parrocchiale della Cattedrale - Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia - www.cattedralechioggia.it