Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2018-02-04
Domenica della VITA, dono di DIO !
Vangelo secondo Marco 1,29-39

Vangelo secondo Marco 1,29-39
In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano. Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

I PASSI DELLA VITA
Passo dopo passo, Gesù entra nel nostro mondo: sinagoga, casa, strada. Incontra persone, famiglie, folle; sani, malati, indemoniati. Tempo di incontri, miracoli, preghiera. La casa di Pietro dove viene ospitato gli va stretta, e anche il piccolo circondario di Cafarnao non gli basta. Gesù ha sempre un 'altrove' dove andare. Il suo orizzonte è il mondo, a partire dai villaggi vicini e dalla Galilea. Egli è venuto per tutto l'uomo e per tutti gli uomini. È interessante seguire i suoi passi mentre entra in tutti i territori, intesi in senso geografico e umano. Raramente Gesù esce dalla Galilea e dalla Giudea; Egli restringe la missione alle 'pecore perdute' di Israele. Ma la sua prospettiva non ha confini. Nessuna condizione umana gli sfugge, ed egli non si sottrae: vita e morte, salute e malattia, peccato e grazia, amici e nemici. L'azione di Gesù attraversa il tempo e lo supera, attraverso coloro che Egli continua a inviare, animati dalla potenza del suo Spirito.


Indietro

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - Comunità parrocchiale della Cattedrale - Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia - www.cattedralechioggia.it