Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2014-09-21
Domenica 25.a durante l’anno A - 21 Settembre 2014
Introduzione del celebrante
Domandiamo insieme. La nostra preghiera raccoglie le domande di ciascuno e di tutti.


1. Ti ringraziamo, o Signore Gesù, per averci chiamati alla vita e alla missione come gli operai del Vangelo, ciascuno secondo la nostra ora; rendici attenti e responsabili,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Ti affidiamo o Signore Papa Francesco in visita in Albania. Concedi a tutti coloro che hanno la responsabilità di guidare la Chiesa, la gioia della vocazione e la generosità della dedizione,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Accompagnàti dalla Santa Famiglia di Nazareth, domandiamo che il prossimo Sinodo dei Vescovi possa ridestare in tutti la consapevolezza del carattere sacro e inviolabile della famiglia e della sua bellezza nel progetto di Dio,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. O Signore, dona al mondo libertà e pace. Sostieni l’impegno delle comunità cristiane nel comunicare il dono della vita e della fede,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore tu non ci dimentichi e conosci meglio di noi ciò di cui abbiamo veramente bisogno. Ci affidiamo al tuo amore. Tu che vivi e regni….

Spunto per la domenica
Questo vangelo ci fa riprendere coscienza che la vita è una chiamata-vocazione a un compito; non è un gioco ‘ozioso’ solitario, del quale non dobbiamo rendere conto a nessuno. La vita va vissuta come risposta a una chiamata, cioè con ‘responsabilità’. Possiamo ripetercelo alla ripresa delle attività nel lavoro (!?), a scuola, in famiglia, in parrocchia. Allora rinascono anche il gusto e l’impegno per il compito che ci è stato affidato. E’ bello anche rimanere liberi dall’esito e non essere ricattati dai risultati, dalle gratificazioni, dalle ricompense. Il campo è del Signore e la ricompensa è la sua amicizia: Egli non ci tratta da operai, ma da amici.


Indietro

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - Comunità parrocchiale della Cattedrale - Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia - www.cattedralechioggia.it