Home    |   Contatti                        
Home Page   |   La Cattedrale   |   Visita virtuale   |   L'organo   |   Consiglio Pastorale Parrocchiale   |   Galleria Foto   |   Dove siamo  

 

2014-12-07
7 Dicembre 2014 - II DOMENICA DEL TEMPO DI AVVENTO
Introduzione del celebrante
Rispondiamo all’invito di Giovanni Battista che ci chiede di preparare la strada al Signore che viene, domandando un cuore libero e aperto.
 
1.    Signore Gesù, donaci la grazia di preparare la tua venuta rinnovando la nostra fede nell’ascolto della tua parola, nella preghiera e nella carità,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE
 
2.    Per quanti sono chiamati a svolgere la missione di annuncio di Giovanni Battista: Papa, vescovi, sacerdoti, perché con letizia, convinzione e coraggio preparino la strada a Cristo che viene,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE
 
3.    Per i genitori, i catechisti, gli educatori e tutta la comunità cristiana: perché possiamo trasmettere alle nuove generazioni il dono della fede, testimoniandola con la parola e con la vita,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE
 
4.    Per quanti soffrono per malattia, solitudine, povertà, mancanza di lavoro. O Signore, rendici attenti al bisogno di ogni persona che soffre,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE
Conclusione del celebrante
Tu ci vieni incontro Signore. Accogli la nostra preghiera, e rispondi al desiderio del nostro cuore e al bisogno del mondo. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
 
Spunto della domenica
La venuta del Signore è un dono, imprevedibile e grande. E’ una Sua iniziativa, un gesto di amore per l’umanità intera e per ciascuno. Eppure va preparata perché non cada nel vuoto e nella indifferenza. Chi non attende nulla, non scruta l’orizzonte, non va alla stazione del treno e non ha alcun desiderio di bellezza e novità. La gente va dal Battista perché riconosce il proprio bisogno e il proprio male: per questo confessa i suoi peccati e accoglie l’invito alla conversione. Viene Gesù e pone termine alla nostra tribolazione, prendendo su di sé i nostri peccati. Domandiamo la semplicità a riconoscere il nostro bisogno di Dio, la nostra insufficienza e la nostra miseria e la disponibilità del cuore per affidarci a lui.


Indietro

LA TRAVERSATA

la vita non è una traversata solitaria…

     © 2018 Cattedrale Santa Maria Assunta di Chioggia - Comunità parrocchiale della Cattedrale - Rione Duomo, 77 - 30015 Chioggia - www.cattedralechioggia.it